Tutorial Bombo Kit 1

Chi mi segue sul canale, avrà già visto questo nuovo tutorial!!

Vorrei quindi inaugurare una serie di piccoli e semplici tutorial, che vi aiuteranno a confezionare al meglio i vostri doni, le vostre bomboniere.

Partiamo subito con questo video dove vi mostro come rendere grazioso un semplicissimo sacchettino!

Come vedete è davvero facile e queste istruzioni di base si possono utilizzare per qualsiasi tipo di dimensioni e di materiali, ci vuole davvero poco per fare bella figura.

20161025_083946

Divertitevi e fatemi sapere se vi è piaciuto!!!

Ciao ciao
PB

 

 

Sono arrivati i Nappy!!!

Ecco come da un banale errore di valutazione, a volte, nascono delle cose belle.

Diversi mesi fa, ho fatto un acquisto su Gioiose Creazioni, un sito che esteticamente mi piace poco, ma che ha degli ottimi materiali.
Purtroppo una delle cose più difficili da fare, a volte, è proprio farsi un’idea delle proporzioni, perché anche se tutte le descrizioni del prodotto, sono complete di misure, scegliere e farsi un’idea chiara è comunque complesso.

Ed è così che ho sbagliato un acquisto di catena!!
Una catena stupenda ma veramente troppo sottile per l’uso che ne dovevo fare, così non ho fatto altro che metterla in una scatola, nell’attesa di un’idea che mi consentisse di utilizzarla.

E un bel giorno eccola, l’idea! E così sono nati i Nappy!!!

Nappy argento

Nappy argento

Nappy oro

Nappy oro

Una versione in catena sottile, color oro e argento, delle famose e super viste nappine in cotone di tutti i colori. Ho deciso di accompagnarla con dei cristalli, Swarovski Gold per la versione dorata e un cristallino trasparente per la versione argento.

Ma non è tutto, perché una volta fatti questi due orecchini, ho deciso di provare con la catena un po’ più spessa e devo dire che il risultato mi è piaciuto un sacco!!!

Nappy rame

Nappy rame

Nappy acciaio

Nappy acciaio

La versione in rame è completamente fatta a mano, dal momento che non avevo e non trovavo delle coppette che facessero al caso mio, mi sono limitata a farle col filo di rame. L’imperfezione tra le due infatti, è garanzia che nulla è stato acquistato già fatto.
Per la versione acciaio, con una catena diamantata, è addirittura spudoratamente bella, anche se magari in foto non rende, perché dalle facce lucide della catena scaturisce un sacco di luce. In questa versione, ho deciso per un cristallo Jet da 6, schiacciato. Un orecchino molto rock!

Voi che ne pensate? Non sono stupendi?

A presto

PB

Abilmente: ecco le mie impressioni!

(le immagini sotto riportate sono state prese dal web, se il proprietario non gradisse tale uso, non esiti a contattarmi e saranno immediatamente rimosse)

Partiamo pure dal presupposto che quando si va a queste fiere, si esce sempre con qualcosa, indipendentemente che la fiera vi piaccia o meno. Consideriamo che chi partecipa a queste fiere, a volte poco ha a che fare con le impressioni che suscita nei visitatori, del resto loro son lì per lavorare e sono tutti molto bravi e pazienti, non c’è che dire.

abilmentemostra

Io vado ad Abilmente da quando esiste, quindi da sempre e in entrambe le edizioni, non mi faccio mancare nulla insomma. Essendo poi di Vicenza mi viene davvero facile, tanto più che noi non abbiamo negozi forniti come si potrebbero trovare in Via Settembrini a Milano, per capirci. Quindi quanto Abilmente sbarca in città, ci si prepara con largo anticipo e si partecipa quanto più è possibile.
Mi ha sempre molto entusiasmata e l’ho sempre amata molto, ma quest’anno…. beh quest’anno devo dire che un po’ di amaro in bocca me lo ha lasciato.

Tanto per cominciare, una volta dentro ho potuto avere la conferma che moltissima gente era arrabbiatissima per il prezzo del parcheggio!!!! 10 euro per una giornata è un furto! Io che ho fatto due mezze giornate ne ho spesi 20!!!! Purtroppo non ci sono parcheggi nelle vicinanze che costino meno o che siano gratuiti, perché ovviamente dei giorni di fiera ne approfittano in modo vergognoso.
Quello che è successo a me, inoltre, è di ritrovarmi a dover pagare il parcheggio e di non avere sufficiente moneta. SI perché il giovedì ho trovato parcheggio un po’ lontano e le macchinette (o parchimetri) ti consentivano di pagare esclusivamente con le monete.
Che ok se devi pagare 3 euro (come lo scorso anno!!) ma 10 euro…. insomma, uno dovrebbe uscire di casa col trolley di moneta!!!

Un’altra cosa che mi ha fatta davvero andare su tutte le furie, è la coda interminabile per il cambio dei voucher di Groupon! Non puoi fare una cassa o due con centinaia di persone in coda…. mezz’ora, quarantacinque minuti di attesa sono impensabili!
Se decidete di fare questa promozione, organizzatevi in modo che la gente non perda ore per cambiare un voucher!!!

abilenmte-4

Ma veniamo alla parte interna… cioè alla fiera in sé.
L’ho trovata un’edizione “spoglia” ! Per me che sono una perlinatrice compulsiva, ho trovato l’area bijoux ridottissima rispetto alle altre edizioni, capisco che le tendenze cambino, ma ragazzi, basta guardare sui canali YouTube o su Facebook per rendersi conto che le perle la fanno ancora da padrona!!! O no?
La prima parte della fiera (entrata Ovest) era principalmente dedicata allo Scrapbooking e alle decorazioni natalizie e va benissimo, una metà era per il Cake Design che personalmente ho saltato a piè pari perché non m’interessa! Sotto il tunnel, come sempre, potevate trovare ricamo e filati, stoffe, cucito e varie dimostrazioni.
Nella Hall 7 avevano allestito una piccolissima parte di bijoux e poi un’accozzaglia di stand (tutti ben curati ovviamente) con lane, stoffe, candele e decorazioni varie.
All’entrata Est si potevano trovare una manciata di stand principalmente dedicati alla pelle, alle borse, alle stoffe da arredamento…. e all’accessoristica varia per il fai da te.

abil3

Insomma c’era un po’ di tutto, ma io che visito questa fiera da anni, non posso dirmi soddisfatta, sarà che sono entrata molto di cattivo umore per via del caos per parcheggiare, sarà che non ho poi trovato quello che cercavo, sta di fatto che personalmente l’ho trovata l’edizione peggiore!

Non ho mancato di acquistare ovviamente, perché trovo che chi partecipa per lavoro, sia comunque sempre molto professionale e paziente con noi clienti, ovviamente la colpa della mia delusione non è assolutamente da imputare a loro, ci mancherebbe!
Diciamo che dei due giorni in cui ho partecipato, forse il venerdì me la sono goduta un pochino di più, ma mai come qualche edizione fa!

Speriamo in un miglioramento!

E voi ci siete state? Che impressioni avete avuto?

Un bacione
Erika

La mania del “beh non si sa mai!”

Mi sono resa conto fin da piccina di avere “questo” problema, ma ero convinta che fosse un problema di tutti, non solo mio e di mio padre.
Perché si, questa cosa, l’ho presa da mio padre!!!

Lui combatteva costantemente col riordino del garage, quando diceva a mia madre “questo fine settimana metto in ordine il garage!” mia madre, inesorabilmente rideva di gusto.
Io non capivo, subito la sua reazione, ma quando, dopo 5 gg il box era di nuovo pieno di cianfrusaglie, o quelle che mia madre considerava tali, un barlume di coscienza mi illuminava, facendomi pensare “Ah ecco!”.

Con gli anni però, ho iniziato a comprendere l’esigenza e la necessità di mio padre…. quella cosa che ti parte dalla bocca dello stomaco e ti fa dire “Beh, questo lo tengo che non si sa mai!!!!!”

voragine-falda-acquifera_439_thumb400x275

Ed è lì che si spalanca una voragine di scatole, buste, sacchi e contenitori di ogni genere e tipo. Pile di cartoncini, stoffe, bottoni, colori, matite, penne e tutto quello che vi può venire in mente.

Ed è questo che nel corso degli anni è capitato anche alla sottoscritta, che scartando jeans che non vanno più o che sono rovinati, li imbusto e li stocco in una delle tante scatole Ikea, che va a sua volta impilata sulle altre, contenenti ogni genere di cosa che “potrebbe servirmi!”.

stoffe

Ho davvero di tutto e di più e uno di questi giorni dovrò, mio malgrado, fare spazio, altrimenti rischio lo sfratto, se non addirittura il divorzio!!! Ahahaha!

Vi prego, ditemi che capita anche a voi!!!!

Ciao
Erika

 

 

 

 

DAI VALORE AL TUO TEMPO!

Uno degli argomenti più “ostici” dell’essere un’hobbista, un’artigiana o una creativa, è quello dei prezzi! Chiunque di noi può confermare che a volte è davvero difficile far capire ai clienti il perché di un prezzo piuttosto che un altro.
L’errore più comune che ho riscontrato negli anni, e che a onor del vero facevo anche io inizialmente, è di non prendere in considerazione il tempo che ci si impiega a fare una creazione, di qualunque genere si tratti.
Quindi non parlo solo dei gioielli, ma di artigianato a 360°, che sia una candela, una scatola decorata o un bracciale.

La verità è che quel che costa, non è solo il materiale o il trasporto, quello che valorizza una creazione, è il tempo che ci abbiamo impiegato per farla, per studiarla, per provarla. Perché dietro ad una creazione artigianale, ci sono ore di lavoro e di prove e a volte anche di fallimenti e di materiale sprecato.
Qualcuno mi ha detto che non è colpa del cliente se noi ci impieghiamo tanto a fare un ciondolo, quindi non è giusto far pagare a lui il nostro tempo!

soldi

Mai cosa è stata più sbagliata, perché che io ci impieghi un’ora o quattro, quel tempo lo abbiamo speso e perso per far si che la creazione fosse come volevamo e come poi gradisce il cliente.
Le cose che costano poco si trovano, dai cinesi prima di tutto! Però la qualità è differente, questo è certo.

La verità è che oggi come oggi il lavoro manuale ed artigiano è davvero poco apprezzato e capito, quindi si dà per scontato che una creazione che fa un’hobbista debba costare poco. Purtroppo non è sempre così, provate ad immaginare tutti i gioielli fatti in tessitura, per quanto le perline siano in vetro, avete una vaga idea di quanto tempo ci si impiega per crearlo?

Detto questo, mi auguro che col tempo tutte le creative si uniformino e comincino a dare valore al loro tempo, così facendo darete valore a ciò che fate e anche a voi stesse.

A presto.

Erika