Per iniziare…

Buongiorno Fanciulle!

Qualche giorno fa una ragazza che segue le mia pagina FaceBook e il mio canale YouTube, mi ha posto una domanda…

“…se io volessi coltivare questo hobby, se volessi iniziare a far da me i miei gioielli, avrei bisogno di tutta l’attrezzatura che hai tu? Cosa mi servirebbe principalmente per iniziare?”

Da questa domanda ho avuto l’idea di un vademecum per principianti e per chi ha voglia di cimentarsi con questo bellissimo hobby! La prossima settimana, seguirà anche un video spiegazione con un tutorial che dimostrerà che con pochissimi attrezzi, si può partire…

Quindi comincio a darvi i miei personalissimi consigli, ovviamente sulla base di quello che io creo, ovvio che, se qualcuno volesse iniziare con la tessitura, i miei consigli non gli saranno certo utili.
Per cominciare in realtà non servono moltissime cose, ma vi servono le cose giuste, che a mio modesto parere sono le seguenti:

Tronchese

Tronchese

Per prima cosa vi sarà assolutamente necessario un tronchesino. In commercio ne trovate di tutti i tipi, adatti a vari usi e scopi, ma se come me principalmente farete montaggio e assemblaggio, vi consiglio questo che vedete in foto. Un lato di tale attrezzo è piatto, così da garantire tagli rasi e senza spuntoni che poi sareste costrette a limare e smussare. Ovviamente capita di avere bisogno di tagli di precisione in posti dove non ci si arriva così agevolmente e quindi anche le punte sottili sono ottime per queste cose. Ci sono poi una serie di tronchesi che potrete acquistare con il tempo, per il taglio di fili d’acciaio, o di fili molto spessi che questo non potrebbe proprio tagliare senza rovinarsi, ma direi che per iniziare e per capire se questa è la vostra strada, questo va benissimo.

Pinza a punte curve

Pinza a punte curve

Un altro attrezzo di cui avrete bisogno, è questa pinza a punte curve. Una raccomandazione…. l’interno della pinza deve essere liscio, non zigrinato antiscivolo perché rischiereste di rovinare fili, anellini, piastre. Questa pinza sarà comodissima per aprire e chiudere gli anellini, per tener fermi i nodi e avvolgere il filo. Con impugnature antiscivolo, sarà una vostra preziosa alleata.

Pinza da "schiaccini"

Pinza da “schiaccini”

Questa particolare pinza, la troverete ovunque come pinza per chiudere gli schiaccini, per chi non lo sa, sono dei piccoli tubicini che servono a bloccare i fili di perle. Però, l’uso che io ne faccio è completamente diverso e lo vedrete meglio nel video che farò la prossima settimana. In sostanza le scanalature presenti in questa pinza, risultano ottimali per la chiusura delle asole o per nascondere gli spuntoni di filo. Per gli schiaccini non l’ho mai usata, ma per questo è ottima.

Pinza a punte coniche

Pinza a punte coniche

Classica pinza a punte coniche! Questa è utilissima per fare gli spilli o i nodi dell’orefice. Come per la pinza a punte curve, l’importante è che sia liscia. Ne trovate di varie dimensioni, io ne ho una piccolissima per i lavori di precisione, i cui “becchi” misurano in tutto 2 cm, ma ne esistono di più grandi e pesanti, per vare lavori diversi.

Punte telescopiche

Punte telescopiche

Quest’ultima è senza dubbio quella che considero assolutamente essenziale e la mia preferita. Una pinza particolare, con una parte a punte coniche telescopiche e l’altra con un alloggio concavo ad ospitare la parte conica.
Il suo uso (che vi mostrerò nel video) è facile e assolutamente essenziale per velocizzare il lavoro. Serve principalmente per fare gli occhielli al filo, o, avvolgendo il filo sulla parte conica, a fare i famosi anellini.

Come vedete in realtà non vi servono moltissime cose e per cominciare un tronchese e una pinza a punte piatte, potrebbero anche bastarvi, poi col tempo, quando avrete capito cosa volete sviluppare del vostro hobby, deciderete cosa vi serve. Se siete come me, acquisterete di tutto, per poi ritrovarvi ad usare sempre le solite 4 cose. Tutte le attrezzature che vi ho mostrato sopra, le potete trovare senza problemi nei vari negozi on line, anche a prezzi piuttosto accessibili, se posso permettermi, non prendete cose eccessivamente economiche, avrete l’impressione di avere un risparmio immediato, ma in realtà vi troverete a dover acquistare un secondo pezzo e quindi ad aver “buttato” i soldi.

Spero che questo articolo possa avervi aiutate e possa aver invogliato qualcuno a prendere questa strada, che non solo è divertente e rilassante, ma riesce a darvi notevoli soddisfazioni!

Vi invito a seguirmi sul canale YouTube, dove carico video ogni settimana e su Instagram, dove giornalmente pubblico foto dei miei Work In Progress e novità varie.

Ciao ciao PB

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *